Abilmente a Roma!

Abilmente-fiera-RomaCreativi e creative romane, gioite! Finalmente, a partire da questo inverno, Abilmente, la mostra-atelier internazionale della Manualità creativa, è giunta anche nella Capitale! Dal 14 al 16 Novembre, il padiglione 4 della Fiera di Roma sarà invaso da espositori (tra cui alcuni veterani delle passate edizioni di Vicenza) e realtà locali.

Schermata 11-2456974 alle 12.54.30Le aree tematiche previste per la versione romana saranno: Bijoux&Accessori, Patchwork, Crochet&Tricot e il Natale Creativo! Per ogni tema, ci saranno esperte del settore che prepareranno dimostrazioni, workshop e   presenteranno le loro creazioni.

L’area Crochet&Tricot vedrà la partecipazione di Laura Soria, guru dell’uncinetto freeform,  di Roberta Castiglione – Social Crochet, del gruppo “Magliuomini” (forza maschietti, tocca anche a voi!) e dell’associazione culturale “Sul filo dell’Arte”. Lo spazio, inoltre, ospiterà, nelle giornate del 14 e 15 novembre, la fantastica Gaia Segattini (alias Vendetta Uncinetta) che ci proporrà un workshop sul punto coccodrillo (malauguratamente non ne so un’acca di uncinetto, per cui mi limiterò a guardare estasiata le mani delle partecipanti creare magicamente una borsina portacellulare a forma di albero di natale).

Anche il patchwork (tecnica che fra l’altro è molto legata al riuso di stoffe) avrà largo spazio; nell’atelier dedicato si terranno per tutta la durata della manifestazione corsi e dimostrazioni base e avanzato sulle tecniche tradizionale e contemporaneo, tenuti dalle socie di Quilt Italia.

Sempre per quanto riguarda il “lavoro con le pezze”, da non perdere la mostra “Rosso Mimma”, dedicata alla memoria di Angela Coletta, editrice che ha contribuito a dare un grande impulso allo sviluppo del patchwork in Italia, e la conferenza “Glorious colour lecture” (venerdì, dalle 16:00), condotta da Kaffe Fassett (designer noto per il suo senso del colore che ha collaborato con molti stilisti, tra cui Missoni) e Brandon Mably. Nei due giorni successivi, le celebrities condurranno il workshop a numero chiuso “Mediterranean Hexagons” (info@letorrisrl.it).

Kaffe_and_Brandon_at_American_MuseumTra gli eventi, da non perdere, sempre nella giornata di venerdì, la cerimonia inaugurale (ore 11.30) ed il convegno organizzato da Hobbydonna, il portale degli hobby femminili, in collaborazione con MOICA, il Movimento Italiano Casalinghe, dal tema: “La creatività come fonte di realizzazione personale, opportunità e business”. Ci saranno diverse testimonianze interessantissime, tra cui quelle di Carmen Fantasia (commercialista e creativa), Alessandro Rossi del portale Miss HobbyGabriella Trionfi, responsabile di Hobbydonna e autrice del libro Giunti Creatività & Businness.

Come potrete intuire, l’offerta è super ampia! Noi non vediamo l’ora!

Per altre info, basta andare sul sito ufficiale della fiera e cercare ciò che più vi interessa! Dai dai, incontriamoci tutti lì e cogliamo l’occasione per rivederci!

G.

L’attaccabottone: Cherimus Sardegna e Il Gioco dell’Oca di Marco Colombaioni

attaccabottoneok1

Poco meno di una settimana fa ho incontrato Matteo e Carlo al Macro di via Nizza;
insieme ad Alessandra, Valeria, Emiliana, Derek e Isa, fanno parte di Cherimus, un’associazione che nasce nel 2007 a Perdaxius (in Sardegna), che ha I’obiettivo di innescare un rapporto nuovo fra arte, cultura e piccole realtà locali.
A loro è stato assegnato uno studio all’interno della struttura del Museo Macro nell’ambito del programma Artisti in residenza.

I ragazzi mi accolgono in un’enorme spazio al secondo piano all’interno del Museo e come prima cosa noto mucchi selvaggi di vestiti, stoffe africane, cartoni e colori che mi fanno sentire subito a mio agio. Questi sono i laboratori che mi piacciono!
Processed with VSCOcam with f2 preset
Con Alessandra, vice presidente dell’associazione, avevo già parlato al telefono del lavoro che stanno portando avanti e soprattutto avevamo parlato dell’evento programmato al MAXXI, nell’ambito del progetto Open Museum Open City a cura di Hou Hanru.
Matteo mi spiega che quello che stanno preparando è una rivisitazione dell’opera “Il Gioco dell’Oca di Marco Colombaioni” che sarà presentata nella sezione Esercizi di rivoluzione, curata da MAXXI e Nomas Foundation.

Con una serie di incontri e laboratori creativi che avevano l’obiettivo di partecipare alla creazione manuale dei personaggi che animano l’opera di Marco Colombaioni, Carlo mi spiega che Cherimus ha creato attorno a sé una ricca rete di contatti e collaborazioni sul territorio romano, che dal museo si è allargata fino oltre i limiti della provincia.

Tra i primi a rispondere alla chiamata c’è lo SPRAR, Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati: con loro sono stati realizzati i primi personaggi e nonostante le difficoltà iniziali date dalla lingua (i ragazzi, da pochi mesi in Italia, parlano soprattutto francese e poco inglese)  sono state prodotte proposte concrete di maschere legate alla rappresentazione animale e alle tradizioni dei propri paesi di
provenienza (Senegal, Mali, Gambia, Somalia).

cherimus 4 cherimus 3 il gioco dell'oca4

Con Agnese, Vanessa e Lucia dell’ Istituto Superiore “De Mattias” –Liceo Artistico (V° anno) sicuramente le cose sono state più semplici, ma non meno interessanti: le ragazze, già strutturate e vicine alla progettazione anche sartoriale, hanno in breve trasformato i loro disegni in bozzetti preparatori per i costumi.

cherimus 5

Anche noi di Re(d)cycleLab, come appassionate di sartoria e di riuso, siamo state coinvolte nel progetto, anche se, per questa volta, per motivi di tempo, non abbiamo potuto dare il nostro aiuto concreto…

cherimus 2 cherimus

Ci troverete però come partecipanti alle sessioni di gioco che si svolgeranno nei giorni 29 e 30 ottobre dalle 16.00 e il 31 ottobre dalle 19.00 presso il Museo MAXXI
Per partecipare alle sessioni di gioco è necessario iscriversi all’indirizzo: info@nomasfoundation.com indicando nome, gioco e giorno per cui ci si prenota. Ingresso gratuito per tutti i partecipanti.
Tutte le informazioni sono sulla pagina Facebook di Cherimus Sardegna

Non mancate, vi aspettiamo!!

M.

 

 

 

Halloween do it yourself per contrastare il grande freddo!

L’inverno è infine arrivato e ci ha catapultato al di là della barriera a fare compagnia agli Estranei; sembrava un’estate senza fine, ma sarà un caso che Halloween pare sia collegata alla festa di Samhain, che nell’antico irlandese significa approssimativamente “fine dell’estate”?
Noi comunque non vogliamo fare la fine degli Stark e quindi anche quest’anno non ci siamo fatte cogliere impreparate: muoveremo le nostre manine laboriose e ci scalderemo con un po’ di do it yourself e handmade!
Stavolta però non saremo qui a consigliarvi decorazioni o ricette di dolcetti e neanche vi mandiamo per campi a cogliere zucche da intagliare; stavolta vi vogliamo belle come Daenerys Targaryen!

Con la collaborazione di Maria Teresa dell’associazione culturale Moll che ci ospiterà e grazie alla nostra stagista americana Christina e a CISabroad abbiamo organizzato un workshop con il quale insieme a noi  imparerete le tecniche del riuso creativo e del recupero dei materiali e realizzerete, senza l’utilizzo della macchina da cucire, un COSTUME DI HALLOWEEN FAI DA TE!

HALLOWEEN 2014 WORKSHOP
Il workshop della durata di circa 2 ore si svolgerà martedì 28 ottobre dalle 19 alle 21 presso l’associazione culturale Moll, in zona Monteverde (come raggiungere Moll: clicca qui); l’incontro è aperto a tutti (professionisti e principianti) e non sono richieste esperienza e abilità particolari.

E se quest’anno ad Halloween volete un costume da far invidia alla malefica Cersei Lannister non vi resta che scriverci per prenotarvi al nostro workshop!

✄ Per info e adesioni: info.redcyclelab@gmail.com

M.

L’attaccabottone: Casa Museo dello sguardo sulla disabilità

attaccabottoneQuando abbiamo deciso di avviare la nostra attività e rendere concreti i nostri sogni, non avevamo in mente solo corsi di cucito e la creazione di abiti di refashion, ma anche e soprattutto la voglia di relazionarci con tante persone, ricercare il bello e scovare progetti animati dalla nostra stessa passione e voglia di fare.

Ed è per questo che essere entrate nella Casa Museo dello sguardo sulla disabilità, nel quartiere Salario di Roma,  ci ha subito fatto capire che eravamo nel posto giusto e che collaborare con chi è dietro a questo fantastico progetto, promosso e sostenuto dall’Associazione “Come un Albero” Onlus, sarebbe stato un bellissimo (nuovo) inizio.

1

“La Casa Museo dello sguardo sulla disabilità è un progetto unico nel suo genere: un museo arredato come una casa, in cui ai visitatori/ospiti vengono consegnate delle vere e proprie chiavi di lettura per avvicinarsi, scoprire o ri-conoscere le prospettive che determinano il concetto di disabilità e i modi in cui la disabilità viene de-finita. Un museo quindi in cui ad essere esposta non è la disabilità, ma lo sguardo che la produce e i meccanismi sociali e culturali che la de-finiscono.”

come un alberoUn luogo speciale, dove dalla camera da letto, al salotto, la cucina, il bar e la libreria, ci si sente davvero come “a casa”, in ambienti pieni di cura e accoglienza.

Noi di Re(d)cycleLab parteciperemo all’avvio delle attività della Casa Museo, attraverso tre workshop a tema, nei mesi di Ottobre, Novembre e Dicembre. In due ore, realizzeremo 3 progetti differenti approfondendo le tecniche base del cucito.

Per maggiori info, consultate la nostra sezione dei corsi qui.

**Cercate di esserci, perché non si tratterà solo di macchine da cucire e nozioni, ma condivideremo molto di più!**

Per altre informazioni su la Casa Museo dello Sguardo sulla disabilità, consultate il loro sito.

G.

Inverno, ci stiamo preparando!

Come ben sa chi ci conosce da tempo, funzioniamo come un diesel: lente in partenza per poi decollare alla grande!

Processed with VSCOcam with hb1 preset

Per festeggiare i 2000 e più fan raggiunti sulla pagina Fb e ricominciare ancora meglio, abbiamo pensato di rivolgerci a voi, cari Re(d)cyclers, che siete motore costante del nostro lavoro!

Vi chiediamo qualche istante del vostro tempo, un click nella pausa, per darci qualche dritta rispondendo a dieci velocissime domande!

Grazie mille,

Re(d)cycleLab

QUESTIONARIO, CLICCA QUI ☞http://www.survio.com/survey/t/Z4O8F5N7F7X9A4X3B

P.s. Tranquilli, non ci vedete ancora, ma stiamo tornando!

AltaRoma AltaModa Event!

This week, the RedcycleLab Team attended AltaRoma AltaModa! This event is held by AltaRoma and is essentially Rome’s fashion week. The fashion weeks occurs in January and July, and brings together italian fashion houses as well as international houses.altaromaaltamoda

We decided to attend ethical fashion event that was a collaboration between AltaRoma and Ethical Fashion Initiative. There were four different designers that showed their collections in this one: Duaba Serwa, Mina Evans, and special guest Lisa Folawiyo, and special project Stella Jean. These designers were showcasing african influences along with lots of pattern and color. We loved the heavy usage of accessories and billowy fabrics.

Stella Jean ss 2015

Stella Jean collection

Duaba Serwa is a brand that uses lots of detail in their garments, creating an extravagant and bold product. Evans uses luxurious fabrics, including the traditional local West African fabric Ankara, and focuses on intricate embellishments to add femininity. Special guest Lisa Folawiyo also uses Ankara, the african fabric, and excels at that with ornate embellishments. This designers has captured global attention because of her ability to merge fitted, feminine silhouettes with a traditional African twist. The embellishments are applied by hand, and can take up to 120 hours. Special project Stella Jean focuses on Creole culture, and we saw a lot of color and pattern in this collection shown. This designer has blended the new and the old to create a multicultural collection we saw at the show. This particular show was centered around the project Ethical Fashion, focusing on social responsibility to promote ethical consumption. This, in turn, will hopefully help alleviate poverty within Third World countries. We really enjoyed seeing the cultural mix of fashion and an even better time knowing that it was for a great cause!

**Here are a few of our favorite looks from AltaRoma AltaModa**:

Lisa Folawiyo

Lisa Folawiyo collection

photo%203

Duaba Serwa design

photo 1 photo%201 photo 3 photo 2

Mina Evans

Mina Evans collection

 All photos are copyrighted material and all rights are reserved –

Re(d)cycleLab è anche su ETSY!!

Era da tanto che progettavamo di fare il grande passo, ma come spesso accade in questi casi, ci siamo decise soltanto ora. Meglio tardi che mai, no?! Dopo aver lavorato tanto sia ai corsi che alla nuova linea, ci sembrava giusto coronare questi mesi di fatica con una tappa importante!

Grazie ai consigli preziosi raccolti durante gli incontri organizzati dall’Etsy Italia Team in collaborazione con Roma Makers (di cui vi avevamo parlato qui e qui) e all’aiuto della nostra cara stagista Mary, eccoci finalmente anche su Etsy con il nostro shop on-line!

Immagine

Abbiamo iniziato con qualche capo e presto ne caricheremo degli altri. Come ben saprà chi ci segue da un po’, le nostre linee derivano dal recupero e dalla rivisitazione di abiti e materiali di scarto, scelti con cura ed attenzione; i tempi di realizzazione, quindi, non sono sempre celerissimi ma il risultato è ricco di anima! Se state cercando un capo unico, di qualità e che trasmetta personalità, allora siete nel posto giusto!

+++ Per chi avesse bisogno di informazioni su Etsy, avesse dubbi o si trovasse in uno stato di confusione ed indecisione, possiamo dirvi che state facendo la scelta giusta! E’ vero, ancora non siamo entrate nel vivo della questione (già sappiamo che impazziremo tra spedizioni e aggiornamenti dello shop), ma fino ad ora ci siamo trovate benissimo, sia per la semplicità ed immediatezza del profilo, sia per la disponibilità delle persone dell’Etsy Italia team, che sono sempre ben contente di poter dare una mano, soprattutto ai neofiti. Perciò, cosa state aspettando?! Buttatevi insieme a noi!

**VENITECI A TROVARE SUL NOSTRO PROFILO ETSY, MI RACCOMANDO! E DATE SEMPRE UN’OCCHIATA PER CONTROLLARE LE NOVITA’!**

ETSY SHOP: https://www.etsy.com/shop/RedcycleLab

fotoetsy

G.