Halloween do it yourself per contrastare il grande freddo!

L’inverno è infine arrivato e ci ha catapultato al di là della barriera a fare compagnia agli Estranei; sembrava un’estate senza fine, ma sarà un caso che Halloween pare sia collegata alla festa di Samhain, che nell’antico irlandese significa approssimativamente “fine dell’estate”?
Noi comunque non vogliamo fare la fine degli Stark e quindi anche quest’anno non ci siamo fatte cogliere impreparate: muoveremo le nostre manine laboriose e ci scalderemo con un po’ di do it yourself e handmade!
Stavolta però non saremo qui a consigliarvi decorazioni o ricette di dolcetti e neanche vi mandiamo per campi a cogliere zucche da intagliare; stavolta vi vogliamo belle come Daenerys Targaryen!

Con la collaborazione di Maria Teresa dell’associazione culturale Moll che ci ospiterà e grazie alla nostra stagista americana Christina e a CISabroad abbiamo organizzato un workshop con il quale insieme a noi  imparerete le tecniche del riuso creativo e del recupero dei materiali e realizzerete, senza l’utilizzo della macchina da cucire, un COSTUME DI HALLOWEEN FAI DA TE!

HALLOWEEN 2014 WORKSHOP
Il workshop della durata di circa 2 ore si svolgerà martedì 28 ottobre dalle 19 alle 21 presso l’associazione culturale Moll, in zona Monteverde (come raggiungere Moll: clicca qui); l’incontro è aperto a tutti (professionisti e principianti) e non sono richieste esperienza e abilità particolari.

E se quest’anno ad Halloween volete un costume da far invidia alla malefica Cersei Lannister non vi resta che scriverci per prenotarvi al nostro workshop!

✄ Per info e adesioni: info.redcyclelab@gmail.com

M.

Annunci

Easter Crafts per tutti!!!

Come saprete a Re(d)cycleLab adoriamo le feste, qualunque esse siano, perché possiamo sbizzarrirci con le creazioni, le decorazioni e tutto ciò che riguarda il Craft World!
E quindi eccoci qui prima del weekend di Pasqua per darvi le migliori idee trovate in rete. Per tutte potete utilizzare materiali di riuso!

Bunnies!
Senzanome

1- Sleepy bunny bags! 2- Sock Bunny 3- Basket of bunnies

Diy bunnies ideas
Senzanome

1- Origami 2- Bunny Bag 3- Martha Stewart envelope bunnies 4- Paper bunny fruit bag 5- Easter bunny gift jar 6- Bunny and Egg Paper String Lights 7- Bunny basket 8- Free printable animal pillow box

Craft for kids!Senzanome

1- Printable bunny ears 2- Bunny ears for kids 3- Diy bunny ears twist tie 4- Handmade bunny ears 5/6/7- Easter Photo Booth

Decorate your eggs!Senzanome1- Mr e Mrs Egg 2- Pineapple Easter eggs 3- Party hat Easter eggs 4- Confetti covered easter eggs 5- Recycled eggs 6- Embroidered eggs 7- Crochet eggs

Buona Pasqua
M.

 

Tutorial: Cover per la tua agenda

Con la serata di ieri si è concluso anche il secondo ciclo dei corsi Re(d)cyclelab. Con la malinconia da “the day after”, eccoci qui a condividere con voi il tutorial per realizzare una cover per una agenda (se ve ne hanno regalata una orribile, è il momento di “riciclarla”!) o un libro che inizia a cedere al passare del tempo. I Re(d)cyclers di domenica sono stati bravissimi e grazie anche alle splendide stoffe di Frida hanno cucito delle cover bellissime (sulla nostra pagina, tutte le foto!).

Salutiamo tutti i nostri Re(d)cyclers e vi facciamo tantissimi complimenti, siete stati bravissimi! Mi raccomando, ora continuate ad esercitarvi!!

Un abbraccio

G.

tutorial agenda

Befana ti aspettiamo!

Non so voi, ma la storia dell’ “Epifania che tutte le feste si porta via” mi ha sempre messo un po’ d’ansia. Sarà che da piccoli segnava il ritorno a scuola e la corsa contro il tempo per finire i compiti delle vacanze, senza lasciarti il tempo di godere dei regali e dei dolci che la vecchietta sulla scopa ti aveva portato; da più grandi poi il ritorno all’università, la sessione di febbraio sempre più vicina, doversi mettere sui libri senza avere più scuse. Poi è arrivato il ritorno a lavoro, di nuovo il traffico, la metro che è sempre piena…e non ho tempo di togliere tutte le decorazioni natalizie che ho sparso per casa!
Quindi da un po’ di tempo ho imparato a prenderla in modo differente e ad attendere il fatidico momento godendomi la festa già da qualche giorno prima così da arrivare con il sorriso al 6 gennaio: da ieri ho raccolto un po’ di idee in giro, ho cominciato a guardare ricette di biscotti e dolcetti e oggi mi metterò a creare qualcosa di originale per dare il benvenuto alla Befana!

Se anche voi volete calarvi nell’atmosfera che sto vivendo, ancora non avete preparato la vostra calza e siete stanche delle solite preconfezionate, ecco il nostro TUTORIAL per creare in modo semplice e veloce una calza della befana fai-da-te

 

Partendo da questa base e usando vecchie stoffe o pannolenci, potrete realizzare delle calze originali e decorarle con l’aiuto di merletti, nastri, bottoni, pompon e molto altro:
calzeuno1-white felt stockings 2-Holiday decoration. Felt stocking. Sparkle and shine. 3-fonte Pinterest 4-Gold Christmas Stocking 5-fonte Pinterest 6-Sparkling stocking

Con lo stesso tutorial è possibile creare delle coloratissime calze anche utilizzando carta da pacchi, carta regalo o cartoncino:
cartacartoncinobefana1-Timeless Paper Stocking for Little Cookies 2-fonte Pinterest 3-brown paper stocking 4- Confetti Sunshine: DIY Santa Stocking Party Favors 5-Christmas carols stocking 6-Pride and Prejudice paper stocking

Ve lo diciamo sempre: non buttate vecchi maglioni, t-shirt o jeans…tutto si riusa!
riuso1-Pompom stocking 2-Roock! 3-Recycle! christmas stockings from felted thrift store sweaters 4-sweater stocking 5-Sweater Stocking – Martha Stewart Crafts 6-Pom-Stitched Stocking 7-accidentally felted a sweater? upcycle!! into gorgeous Christmas stockings 8-Christmas Stockings Made from Sweaters

Non vi ho convinte? a tutto si rimedia! Potete semplicemente stendere i vostri calzini ed aspettare che la Befana arrivi a mettere qualche dolcetto in più al posto del carbone!

Christmas socks

M.

CARNEVALE DO IT YOURSELF: un’idea LAST MINUTE

Le feste di Carnevale si avvicinano e gli inviti su facebook si fanno sempre più numerosi; manca solo una settimana e questo è l’ultimo week end utile che ho per farmi venire un’idea prima delle mie due feste di carnevale.
Sì, è vero, un costume l’ho ordinato da un sito internet, ma è bloccato in dogana da un paio di giorni…e se non arriva in tempo per venerdì?
Ok, niente panico. Mi faccio un giro su google, cerco un’idea…. e se nel frattempo il costume arriva posso sempre riutilizzarlo per la prossima festa!

In rete si trovano tantissime idee, ma tra tutte quella che più mi ispira è solo una: quest’anno sarò un GUFO!

Questo travestimento è semplicissimo da realizzare e lo stesso procedimento si può utilizzare per tanti altri animali!

MATERIALE OCCORRENTE:

  • una vecchia t-shirt o un top a fascia
  • feltro di colore bianco, nero, marrone chiaro (o giallo) e marrone scuro
  • forbici
  • spilli
  • macchina da cucire

1. Per prima cosa ho tagliato il feltro a forma di V leggermente stondata, per creare le piume.
Per altri tipi di animali basterà utilizzare il feltro di colori differenti. Si possono utilizzare anche vecchie stoffe a tinta unita o a fantasia del colore che ci serve.

foto (11)

2. Con degli spilli appuntiamo le nostre piume sulla parte anteriore e posteriore del top e creiamo un primo giro, per poi passare alla cucitura (vi consiglio di usare lo zig-zag).

foto (10)

foto (8)

3. Ripetiamo poi la stessa operazione fino ad arrivare a coprire tutto il top fino al seno.

foto (9)
Con i ritagli di feltro o di stoffa avanzati facciamo la nostra maschera da gufo con tanto di sopracciglia e naso (possiamo aiutarci disegnandola prima su carta per creare una sagoma da ritagliare)…ED IL NOSTRO COSTUME E’ PRONTO!

foto (7)

tips and tricks:

-se non siete pratiche con il cucito e avete pochissimo tempo a disposizione potete utilizzare la colla a caldo per attaccare le piume alla vostra maglia!
-per completare il vostro travestimento consiglio dei leggings neri o delle calze nere/marroni se la vostra maglia è abbastanza lunga.
un cappello a cilindro vi renderà uniche!

p.s.: su di un Oinochoe (vaso simile alla brocca, utilizzato per versare il vino o l’acqua) datato 410–390 a.C. è raffigurata la sfilata di un gufo armato durante la celebrazione delle Antesterie, feste dionisiache greche dalle quali il carnevale prende origine.

Buon Carnevale a tutti!!!

M.

Auguri di Buone Feste da Re(d)cycleLab….e ultimi consigli!

BIGLIETTONATALE_OKQuesto anno sta volgendo al termine e tra feste imminenti, ultimi regali, tante cose ancora da riciclare vogliamo augurarvi Buone Feste!
..e non disperate se riceverete regali poco graditi, ricordate che tutto si ricicla!!

In questi giorni continuate a seguirci perché sapremo darvi ancora tanti consigli utili e le sorprese per il 2012 non sono ancora finite!

Nel frattempo vi lasciamo con queste semplici idee per i vostri bigliettini di auguri 🙂

bastano alcuni bottoni, del nastro colorato e dei pezzettini di stoffa
71142869084780981_BzvVwU29_c a-CHRISTMAS-TAGS-640x468Buttons-and-Ribbon-Xmas-Gift-Tag Button-Snowman-Xmas-Tag
oppure potete riutilizzare scatole di biscotti, di pasta o i cartoni del latte per queste etichette carinissime
IMG_5675ed infine vecchi cartamodelli e mappe geografiche si trasformano per Natale
18786_369137763182639_836581127_n 77072_452969598101125_286685544_n

L’avventura ha inizio?…no, prosegue con tutti i colori possibili!

Redcycle inizia come piccolo progetto in un quartiere storico di Roma. Nessuno sapeva cosa sarebbe diventato, né le persone che avrebbe incontrato durante il cammino.
Ad un anno esatto dall’ inizio di questa avventura si comincia a fare il bilancio.

Novembre 2011. Radka N., docente di cucito, inizia ad insegnare a 8 ragazze sotto i 30 anni a cucire, accompagnata da Martina I., che insegna disegno, e Simona O.P., sociologa esperta di comunicazione.
Da novembre ad aprile le ragazze di RedCycle creano una collezione, imperfetta, ma assolutamente fantastica, che sfilerà a Roma, ricevendo riconoscimenti al Word Wilde Roma 2012 dove partecipa come partner locale di Serpica Naro e aderisce all’Open Wear.

L’occasione per capire che l’intesa creativa tra loro avrebbe portato a qualcosa di più importante è stato il successo della prima sfilata il 14 Aprile 2012, realizzata interamente con abiti di riuso. E’ infatti subito dopo che le giovani creative e belle ragazze Micaela M., Alma V., Nicoletta M., Giorgia S., Flavia T., Martina B., insieme a Radka N., Martina I. e Simona O.P. decidono di far evolvere il progetto RedCycle trasformandolo in Re(d)cycleLab.

Un luogo di scambio, di progettazione, un’opportunità di condivisione, in cui il concetto di moda collettiva prende forma e si fa conoscere.
Iniziano così ad arrivare le prime proposte di collaborazione e Re(d)cycleLab parte già nel Maggio 2012 per la sua prima sfilata fuori dalle mura amiche, ospite a Genova dell’evento ‘Fa La Cosa Giusta’.
Si crea presto l’opportunità di ripetere una nuova sfilata in un luogo che per Re(d)cycleLab ha un’importanza particolare, CasettaRossa. Sfilata che si svolge durante un’iniziativa dal forte valore culturale e sociale: “La Festa della Cultura “, storica festa ventennale che si svolge per le strade del rione Garbatella.

Intanto sono molte le persone che si avvicinano al progetto assecondando la filosofia dell’ingranaggio collettivo, regalando abiti usati, partecipando agli eventi, acquistando abiti prodotti, scrivendo articoli o semplicemente seguendole sul blog.

Sulla scia delle prime volte è a Settembre 2012 che Re(d)cycleLab propone la sua visione di “moda democratica” con la ‘Fashion’s Night Out’ in cui ognuno ha potuto scegliere il proprio stile. Iniziativa che ha ricevuto diversi apprezzamenti su quotidiani locali e nazionali.
Ma il cammino del Collettivo segue strade non battute, alla ricerca di stimoli e ad Ottobre 2012 approda a San Paolo nel centro diurno per una collaborazione con la Coop “Il Grande Carro” tuffandosi in una nuova esperienza dalla forte valenza sociale.

In programma ci sono diversi corsi di formazione. Primo fra tutti il corso base “Orlo da Urlo” che partirà il 30 ottobre.
Dall’incontro con la “Banda della Maglia”, artiste dei ferri e dell’uncinetto, nasce l’idea di un workshop creativo che si svolgerà a Romanel mese di dicembre per imparare le basi del cucito e della maglia.

Grazie all’incontro con Paola Porrini Bisson, fondatrice della casa di produzione OhPen! con sede in California, collabora alla realizzazione dell’evento, legato alla “Festa del Cinema di Roma”, proiezione de “Il turno di notte lo fanno le stelle”, scritto da Erri De Luca e prodotto da OhPen! al teatro Palladium di Roma il 12 novembre 2012 allestendo il red carpet ed un set fotografico.

A novembre sarà realizzato l’abito per ‘attrice Giulia Bevilacqua per il video “Taglio Solidale” in collaborazione con ‘Riccio Capriccio’.

Il collettivo Re(d)cycleLab è attualmente impegnato nella realizzazione della collezione Inverno 2012-2013.

In ultimo, ma non per ultimo, ringraziamo il Municipio Roma XI di Roma, che come governo di prossimità ci ha supportato nello start up e continua a seguirci con un entusiasmo amico che fa la differenza.

L’avventura ha inizio?…no prosegue con tutti i colori possibili!